Storia
 
 
Società  
 
 
Musei
 
 
  Necropoli e Museo Archeologico Nazionale di Cerveteri
 
 
   

Necropoli e Museo Nazionale Etrusco di Tarquinia

 
     
  Museo Nazionale Etrusco di Chiusi  
     
 

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma

 
     
 

MUSEI VATICANI
Museo gregoriano etrusco

 
     
 

Museo archeologico nazionale di Firenze

 
 
Mostre
 
Video
 
Bookshop
 
 
 
 
 
   
 
 
 

 
 
Interno della Tomba dei Capitelli nella necropoli etrusca
della Banditaccia, Cerveteri
 
 

Necropoli etrusca
e Museo Archeologico Nazionale di Cerveteri
Cerveteri (RM), Piazzale della Necropoli e Piazza S. Maria

 

La Necropoli
Nella zona della Banditaccia, presso Cerveteri, si trova una delle aree archeologiche etrusche più importanti. E’ una necropoli grandissima (circa 10 ettari), che contiene quasi 400 sepolture. L’aspetto più rilevante è che tali sepolture coprono un arco temporale molto lungo: dal VIII secolo a.C. fino III-II secolo a.C. Poiché le tombe si evolvono nel tempo, ci è possibile conoscere l’evoluzione di quello che è desumibile: dalla fattura delle case etrusche alle attività quotidiane, dalla ceramica all’utensileria. Dall’organizzazione della necropoli mstessa si può avere un’idea della conformazione urbanistica dell’abitato civile. Con una via principale si incrociano tutta una serie di vie secondarie, che danno origine ad isolati. Nella necropoli è possibile passeggiare come in un grande centro urbano.

La tipologia funeraria predominante a Cerveteri è quella a tumulo. Di forma circolare, sono, per lo più scavate nella roccia di tufo. In esso si creano ambienti e particolari decorativi, come fosse un’abitazione. Il tumulo è ricoperto sulla parte superiore di terra e verde in forma conica, che segnala la presenza dell’organismo funebre.. Si accede alla tomba da uno stretto corridoio
Gli interni funerari rivelano la tipologia degli alloggi etruschi, non solo le decorazioni architettoniche, ma anche agli elementi dell’arredo (ritrovati nei tumuli ancora sigillati), permettendoci di conoscere un aspetti altrimenti sconosciuti della civiltà etrusca.

Tra le tombe più grandi e sfarzose a Cerveteri vi è la Tomba dei Rilievi (IV sec. a.C.),  appartenuta alla famiglia etrusca dei Matuna
Al suo interno, riccamente ornato, di grande importanza sono gli affreschi originari, vera rarità per non essere andati perduti nel tempo. Essi raffigurano molti oggetti di uso quotidiano, un banchetto etrusco, completo di  animali domestici.
Il corridoio d’ingresso oggi è chiuso da una porta a vetri. Lo scopo è quello di mantenere all’interno una giusta temperatura. Per preservare, infatti, queste delicate pitture, la visita al tumulo è vietata.

Il Museo
Da una così grande necropoli e, in genere, da un territorio così abbondante di ritrovamenti, il Museo Archeologico Nazionale di Cerveteri non può che essere ricco di reperti d’ogni genere sulla cultura etrusca.
L’organizzazione delle esposizioni è basata sulla cronologia. Si inizia con il periodo villanoviano fino ai ritrovamenti del III-II secolo a.C. Le varie tipologie di reperti sono collegate al contesto del banchetto e a quello funerario. Nel Museo sono anche presenti lastre fittili provenienti dal Tempio di Hera e parecchi ex voto realizzati in terracotta.

Orario d’aperura:
Necropoli: tutti i giorni dalle 8.30 alle 17.30.
Museo: tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30
Chiuso: lunedì (eccetto Lunedì in Albis e durante la Settimana per la Cultura), 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre.
La biglietteria chiude un'ora prima

   
 
 

   
 
  HOME  
 

 

È vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi media, di testi ed immagini,
la cui proprietà intellettuale appartiene ai rispettivi autori.

 
Experiences S.r.l. - Servizi per la promozione e lo sviluppo di attività culturali e ambientali - Copyright © 2004-2012. Tutti i diritti riservati - E-mail: info@experiences.it - Schermo 1024 x 768